martedì 20 maggio 2014

Il miracolo di Fonte Paradiso

A Guilmi, in provincia di Chieti, il 10 agosto viene celebrata la festa della Madonna del Paradiso. Tutto ebbe inizio nel 1991 quando a Nicolina di Prospero e al marito Nicola Carosella apparve, presso una roverella nel  bosco di contrada Piane di Guilmi, la Madonna. Ella concesse loro la guarigione da una grave malattia e, per ringraziarla, i coniugi decisero di far erigere in suo onore una cappella, esattamente nel punto dove, a seguito delle apparizioni, iniziò a sgorgare una sorgente d'acqua pura. 
La cappella venne eretta con l'aiuto dei paesani che donarono le pietre ed il lavoro necessari al compimento dell'opera.
Immersa nel bosco, è un'oasi mistica, di pace, che viene raggiunta il pomeriggio del 10 agosto attraverso la "Camminata del perdono". Ogni anno viene qui ricordato il miracolo attraverso la celebrazione di una messa dedicata alla Madonna del Paradiso. Dopo una giornata interamente dedicata alla preghiera ed alla musica sacra, i coniugi Carosella distribuiscono a tutti i partecipanti pane benedetto e acqua della fonte prodigiosa. Pare che, infatti, numerosi pellegrini abbiano tratto beneficio dalla sorgente. 
Molti ricordano un fatto curioso: nel 2007, il giorno della festa, si scatenò un improvviso temporale che costrinse tutti i presenti a cercare riparo sotto la grande roverella. Solo quando il maltempo si placò, con stupore, tutti si accorsero di avere i vestiti completamente asciutti. 
E, del resto, Guilmi è un luogo a cui sono cari gli alberi: secondo la leggenda fu proprio un olmo della piazza a dare il nome al paese. 

© Monica Taddia




Nessun commento:

Posta un commento